Galleria Govetosa anno 2015

Con questa mostra nasce il secondo filone di Mitchsiamocosmo, i colori si abbassano di tonalità troviamo il bianco, il grigio puro datomi proprio dal cemento, la tinta écru dello stucco; la tela in canvas viene sostituita dal legno, nascono i MURI DI MITCHSIAMOCOSMO.

Nella sua immaginazione, l’idea dell'artista è quella di scoprire case, chiese, cascine...luoghi abbandonati dove entrando i muri sporchi, dimenticati, raccontano.    

Il tempo ha lasciato il segno e attraverso i colori sbiaditi, intonaco che cade e si può intravedere un qualcosa; fiori irregolari, figure umane, segni profondi dove a volte s'intravede uno spiraglio di luce, il tempo ha lasciato il segno, ed è così che l'artista gratta questi muri con le sue spatole e scopre gli elementi che parlano di una storia trascorsa.

Vedi esempio la tela in punta di piedi, dà l'idea di un affresco con l'intonaco che cade, s’intravede una ballerina, sicuramente LEI ha vissuto in quella casa ora abbandonata e chissà in quale epoca!!!! Ma l'artista grattando scoprirà!!!

Le opere di MITCHSIAMOCOSMO SONO MURI abbandonati dove pero le emozioni si respirano ancora, grattando la malta, grattando fino a scoprire che STORIA nasconde il muro.

Leggi tutto

Mostra dell'architetto Renzo Piano anno 2014

Essere ospitata con delle mie opere per 4 mesi circa nel work shop della mostra dell'architetto Renzo Piano è stato per me veramente un onore.

Le tele sono state scelte con colori, forti, accesi, per avere un marcato contrasto con i muri antichi e mattoni a vista dello splendido Palazzo della Ragione. Le tele selezionate sono: Rimmell 150x100 un collage/ giornali di Padova, dove si ritrova lo stesso Palazzo della Ragione in mezzo a fiori rossi creati da gettate di smalti; le altre tre ultime tele sono Savane, Terre Lontane e Sintonia dell'essere 50x150; tutte e tre con colori accesi arancio e rosso che vanno ad allestire in maniera elegante i muri del work shop.

Questa mostra è stata patrocinata dal Comune di Padova.

Leggi tutto

Mostra rinascente anno 2010 “Andare Oltre”

Una Mitch colorata ...orientata verso un linguaggio astratto dove talvolta le pennellate suggeriscono allusioni al figurativo (pretty woman 150per 50- vita da papavero 100 per 150)

In questa mostra Mitch fa del colore l'elemento fondante delle sue opere; un'arte molto ardita, coraggiosa. Mitch è facile vederla e contraddistinguerla con le sue tele un po' irruenti e accattivanti, che con grazia sommessa suscitano la nostra attenzione. Non e' una pittura che come la si vede ci si ferma di fronte a guardarla, assorbirla con la propria mente; e' una pittura che stupisce inizialmente, lascia perplessi e successivamente, in un secondo tempo, ci invita a considerarla e chiederci cosa “voglia significare”

Leggi tutto